FAQ

Quali sono i nidi d'infanzia convenzionati con il Comune di Ravenna?

I nidi d'infanzia convenzionati con il Comune di Ravenna sono:
  • Sira
  • Sant'Antonio
  • Marina di Ravenna
  • Orsa Minore
  • Darsena
  • Tipologia Spazio Bimbi presso Polo Lama Sud (solo mattino).
  • Il Riccio
I servizi DADO New sono certificati secondo la norma UNI EN ISO 9001: 2008 e sono in possesso dei requisiti di legge in materia di sicurezza e del Piano di Emergenza.
Ogni servizio è soggetto a monitoraggio da parte del Comune di Ravenna che prevede controlli rispetto la qualità dichiarata nel Progetto Pedagogico e alle norme vigenti in riferimento al Regolamento Comunale. Nel corso dell'anno scolastico è prevista la somministrazione alle famiglie di questionari di rilevazione della soddisfazione.

A chi sono rivolti i servizi?

Sono ammessi ai nidi di infanzia i bambini di età compresa fra i 3 mesi e i 3 anni, secondo il Regolamento Comunale di Ravenna.

Quali sono gli orari degli asili nido convenzionati?

I nidi di infanzia Marina di Ravenna, Darsena, Orsa Minore, Sant'Antonio, Sira, Il Riccio hanno un orario di funzionamento dalle ore 7.30 alle 17, dal lunedì al venerdì, a partire dal 1 di settembre.

E' possibile usufruire di un servizio di prolungamento orario (17-18.30) con un minimo di almeno 7 bambini.
Il servizio ha un costo aggiuntivo.

La tipologia Spazio Bimbi ha un orario di funzionamento dalle 8 alle 13, da lunedì a venerdì sempre a partire dal 1 di settembre.

Dove si presentano le domande di iscrizione?

Da quest'anno le domande di iscrizione per l'anno 2014/2015 per i nidi di infanzia e spazio bimbi potranno essere effettuate solo online.
Tutte le informazioni per iscriversi ai nidi di infanzia del Comune di Ravenna sono reperibili a questo indirizzo:
http://www.istruzioneinfanzia.ra.it/

Quali sono i principi base e le fonti d'ispirazione della Carta dei Servizi Educativi di DADO NEW?

La Carta dei Servizi recepisce i contenuti della Legge N. 328 del 2000, ha come fonti di ispirazione la Costituzione Italiana, la Convenzione Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, la Legge Regionale N. 8 del 2004 (modificata nella Legge N.6 del 2012, dedicate ai Servizi per la Prima Infanzia) e il Regolamento per la frequenza ai Servizi per l’Infanzia del Comune di Ravenna.

Quali sono le finalità del Nido d'Infanzia?

Il Nido d'Infanzia è un servizio educativo e sociale di interesse pubblico, aperto a tutti bambini e le bambine in età compresa tra i tre mesi e i tre anni, che concorre con le famiglie alla loro crescita e formazione, nel rispetto dell'identità individuale, culturale e religiosa. Il Nido d'Infanzia ha finalità di: a) formazione e socializzazione dei bambini, nella prospettiva del loro benessere psicofisico e dello sviluppo delle loro potenzialità cognitive, affettive, relazionali e sociali; b) cura dei bambini che comporti un affidamento continuativo a figure diverse da quelle parentali in un contesto esterno a quello familiare; c) sostegno alle famiglie nella cura dei figli e nelle scelte educative.

Come avvengono l'accoglienza e l'ambientamento al Nido?

Il Nido accoglie tutti i bambini senza distinzione di condizione, sesso, etnia e religione. La frequenza inizia in modo graduale poichè rappresenta una situazione nuova e delicata. L'ambientamento per il bambino comporta la separazione dai genitori e l'inserimento in un nuovo ambiente fatto di persone, spazi e oggetti inizialmente sconosciuti. Occorrono tempo e disponibilità da parte delle famiglie per conoscere il servizio e acquisire fiducia nelle educatrici, creando momenti di relazione che sottolineano il ruolo di ciascuno. L'ambientamento avviene a piccoli gruppi, in modo da facilitare la socializzazione dei bambini e dei genitori. La figura di riferimento per la fase dell'ambientamento diventa rassicurante, consolatoria e contenitiva di ansie e bisogni affettivi.

  • La prima conoscenza del bambino avviene attraverso il colloquio "autobiografico", in cui il genitore racconta il proprio figlio alle educatrici di sezione per sostenere in maniera adeguata l'esperienza del bambino.
  • Il primo momento di ambientamento è caratterizzato da una merenda generale che coinvolge tutti i bambini nuovi iscritti.
  • La prima settimana, il bambino viene accompagnato dal genitore secondo un orario concordato con le educatrici e programmando le modalità di separazione.
  • Dalla seconda settimana, i tempi di permanenza al nido si allungano gradualmente, il bambino rimane fino al momento del pranzo.
  • A partire dalla terza/quarta settimana, il bambino viene inserito al sonno tenendo conto delle sue abitudini personali.


Qual è l'organizzazione della giornata educativa?

La giornata al Nido è scandita da vari momenti, routine e attività, che accolgono i bisogni di intimità e di sicurezza, di orientamento e autonomia dei bambini. Questi momenti dedicati - il pasto, il cambio, il sonno e le attività che si svolgono secondo tempi e modalità in spazi organizzati - rispettano una sequenza quotidiana regolare. La giornata è così organizzata: accoglienza, con particolare cura nei rituali di separazione dai genitori; merenda (frutta); proposte di gioco libero e organizzato; cambio e igiene personale; pranzo; sonno; merenda; ricongiungimento con i genitori.

Quali sono le scelte per l'alimentazione?

I menù sono elaborati dalle dietiste del Comune, sulla base di tabelle dietetiche differenziate per età, approvate dall'AUSL. Per i bambini dai 3 ai 12 mesi di età si adotta una tabella alimentare di base che segue le normali regole dello svezzamento; l'introduzione degli alimenti viene effettuata con cautela e attenzione coinvolgendo i genitori su indicazione dei pediatra di base. Dal 13° al 18° mese di età, al bambino vengono gradualmente proposte le preparazioni dei menù previsti per l'età 18 mesi-3 anni. Il menù giornaliero prevede: lo spuntino di metà mattina a base di frutta fresca; il pranzo, composto da un primo piatto, pietanza con contorno e pane; la merenda pomeridiana. I pasti sono preparati e confezionati giornalmente da CAMST (in cucine interne ai servizi o garantiti da una cucina esterna e trasportati al Nido), garantendo qualità costantemente controllata.

Quali sono le figure professionali di riferimento nel Nido?

EDUCATRICE. Questa figura si prende cura dei bambini promuovendo il loro sviluppo globale, si occupa della progettazione educative e didattica. Accoglie il bambino al Nido, cura la relazione con le famiglie. Osserva e ascolta i bambini, nel rispetto dei tempi di ognuno. Provvede all'organizzazione e al funzionamento del servizio occupandosi dei momenti di routines e delle proposte educative. Si confronta e condivide con i colleghi le scelte educative. Partecipa a percorsi formativi teorici e pratici promossi dal Comune e dal Consorzio DADO New. Nel caso in cui siano presenti al Nido bambini con bisogni speciali, è prevista un'educatrice a sostegno, in grado di valorizzare le risorse del bambino in un'ottica di benessere, accogliendo ed accompagnando anche la famiglia in un processo più ampio di inclusione.
OPERATRICE AUSILIARIA. È responsabili dell'igiene e della cura degli ambienti e della struttura; collabora con il resto del personale in servizio per garantire un adeguato contesto ambientale.
CUOCA. Questa figura è presente nei Nidi che hanno la cucina interna; si occupa dei pasti seguendo le tabelle dietetiche, predisposte dalle dietiste del Comune di Ravenna, in considerazione dei fabbisogni dei bambini e secondo il sistema di autocontrollo HACCP (D. Lgs. 155 / 97).
IL COORDINATORE PEDAGOGICO. Come previsto dalla Legge Regionale 1/2000 così come modificata dalla Legge 8/2004 e dalle Legge 6/2012, il Coordinatore pedagogico: garantisce il raccordo tra i Servizi della Prima Infanzia all'interno del sistema educativo territoriale e tra i servizi educativi ed i servizi socio-sanitari; è parte integrante di un Coordinamento Pedagogico Provinciale in relazione con la Regione Emilia-Romagna; svolge compiti di indirizzo e sostegno tecnico al lavoro degli operatori anche in rapporto alla formazione permanente; si occupa di monitoraggio e documentazione delle esperienze; promuove la cultura dell'infanzia attraverso la collaborazione con le famiglie e la comunità locale; svolge funzioni di consulenza per i genitori offrendo momenti di ascolto attraverso colloqui individuali e/o mediante incontri a tema.

Quali sono le modalità d'iscrizione?

Sono ammessi ai Nidi d'Infanzia bambini di età compresa fra 0 e 3 anni. La domanda deve essere compilata e presentata secondo le modalità previste dal bando annuale d'iscrizione ai Nidi d'Infanzia, nei mesi di marzo/aprile di ogni anno presso l'Ufficio Iscrizioni del Comune di Ravenna. Nel periodo previsto per le iscrizioni il Comune stabilisce la data dell'OPEN DAY in cui tutte le famiglie interessate possono visitare i servizi educativi e ricevere informazioni sul funzionamento e sull'organizzazione.

Qual è il calendario e quali gli orari di funzionamento?

I Nidi d'Infanzia e il servizio Spazio Bimbi sono aperti dalla prima settimana di settembre fino all'ultimo giorno lavorativo di giugno con sospensione del servizio per le vacanze di Natale e di Pasqua, secondo un calendario annuale stabilito dall'Amministrazione Comunale. Su iscrizione, è possibile frequentare alcuni nidi nel mese di luglio e agosto, certificando l'impegno lavorativo di entrambi i genitori. Vengono pertanto tenuti aperti alcuni servizi sul territorio che accolgono i bisogni delle famiglie nel periodo estivo. I Nidi d'Infanzia e lo Spazio Bimbi sono aperti dal lunedì al venerdì, con i seguenti orari di funzionamento:
  • Nidi d'Infanzia: dalle ore 7.30 alle ore 17.00;
  • Spazio Bimbi: dalle ore 8.00 alle ore 13.00.
Gli orari di entrata e uscita del Nido e dello Spazio Bimbi sono i seguenti: entrata dalle ore 7.30 alle ore 9.15; uscita dalle ore 12.00 alle ore 13.00 (prima uscita al Nido e unica uscita per i bambini che frequentano il servizio Spazio Bimbi); seconda uscita dalle ore 16.00 alle ore 17.00 (solo per i bimbi del Nido).

Quali sono le modalità di rapporto fra Nido e famiglie?

La qualità delle relazioni che si stabilisce con i genitori determina il benessere dei bambini al Nido: è importante quindi che il rapporto tra il personale e le famiglie sia di fiducia e collaborazione. Il Nido offre occasione di incontro per condividere progetto pedagogico e modalità educative, incontri individuali e collettivi:
  • assemblee generali sull'organizzazione e programmazione del servizio;
  • incontri di sezione;
  • comitati di partecipazione, costituiti dai rappresentanti dei genitori e dal gruppo di lavoro;
  • incontri a tema con esperti;
  • laboratori per le famiglie (per esempio realizzazione di strumenti utili al progetto educativo);
  • feste per condividere i momenti al Nido con le famiglie;
  • uscite didattiche legate alla progettazione educativa e realizzate con la collaborazione dei genitori.

COMUNICAZIONE NIDO-FAMIGLIA. Il personale del servizio comunica quotidianamente con le famiglie informandole su quanto accade al Nido, sull'andamento delle attività e sulle iniziative previste. Al Nido sono presenti bacheca e diario di bordo, strumenti che rinforzano la comunicazione verbale. VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ. La valutazione è alla base dei processi di miglioramento dei Servizi Educativi per la Prima Infanzia. I servizi DADO New certificati secondo la norma UNI EN ISO 9001: 2008 sono in possesso dei requisiti di legge in materia di sicurezza e del Piano di Emergenza. Ogni servizio è soggetto a monitoraggio da parte del Comune di Ravenna che prevede controlli rispetto la qualità dichiarata nel Progetto Pedagogico e alle norme vigenti in riferimento al Regolamento Comunale. Nel corso dell'anno scolastico è prevista la somministrazione alle famiglie di questionari di rilevazione della soddisfazione.
RECLAMI E SEGNALAZIONI. Qualora i genitori rilevino non coerenza rispetto a quanto presentato nel presente documento, possono inoltrare segnalazione scritta, con le indicazioni necessarie ad individuare e accertare il problema (tramite posta o via e-mail) ai responsabili del servizio che risponderanno in tempi brevi.